Rivista "IBC" XXV, 2017, 2

Dossier: Piccoli luoghi crescono

itinerari

Ai confini della meraviglia

Laura Schiff
[dirigente Comunicazione, Promozione, Progetti europei, Responsabile del progetto "Borghi-viaggio italiano", Regione Emilia-Romagna]

È l’Emilia-Romagna la regione capofila di Borghi Viaggio Italiano, l’iniziativa di 18 regioni che mette in rete quasi 1000 borghi e località legate ai grandi personaggi della cultura italiana. Piccoli centri, dalle caratteristiche geografiche, storiche monumentali spesso diverse che però hanno forti tradizioni e valori comuni che le identificano. Un grande patrimonio del Paese, vero e proprio “tesoro nascosto”, che può costituire un’importante, strategica e innovativa promozione del turismo italiano.

Borghi Viaggio Italiano, nato su iniziativa dell’Assessorato Turismo della Regione Emilia-Romagna, accomuna quattro progetti interregionali tutti finalizzati alla valorizzazione delle località meno conosciute del Paese e ha assunto una valenza strategica ancora maggiore a seguito della scelta del Ministro dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, Dario Franceschini, che ha designato il 2017 come anno dedicato ai borghi.
Alla base dell’iniziativa interregionale è la convinzione, condivisa da tutte le 18 regioni aderenti al progetto, che solo attraverso la creazione di una vera e propria “rete dei borghi italiani” si possa ottenere una promozione turistica a livello nazionale e internazionale, verso turisti sempre più alla ricerca di nuove proposte di destinazioni vere, in grado di lasciare al visitatore la scoperta di emozioni da ricordare.
A garanzia dell’unicità dei borghi protagonisti dell’iniziativa sono i tanti riconoscimenti ottenuti, dalle “Bandiere Arancioni” del Touring Club Italiano, ai “Borghi Più Belli d’Italia” promosso dalla Consulta del Turismo dell’Associazione dei Comuni Italiani (ANCI), ai “Borghi Autentici” e i “Gioielli d’Italia”, ai quali si aggiungono i Borghi storici marinari, contraddistinti da testimonianze architettoniche, monumentali e della antica tradizione marinara ancora ben visibili.

Sono complessivamente 59 in Emilia Romagna i borghi che corrispondono a tali criteri e che sono pertanto parte dei 1000 coinvolti nell’iniziativa. Località piene di poesia, di storia e di cultura, un circuito di grande bellezza che costella l’Appennino dal piacentino fino alla Romagna, nella pianura e lungo la riviera: dalle colline piacentine con Bobbio, Castell'Arquato e Vigoleno-Vernasca, al parmense con Berceto, Busseto, Compiano, Fontanellato, Sala Baganza, sulla sponda del Po reggiano con Gualtieri. Nel territorio di Modena Castelvetro di Modena, Fanano, Fiumalbo e Sestola, passando al piccolo gioiello di Dozza di Imola. La Romagna poi ne è ricchissima: da Brisighella sulle colline ravennati, alle colline cesenate e forlivese con Bertinoro, Bagno di Romagna, Castrocaro Terme, Civitella di Romagna, Dovadola, Forlimpopoli, Galeata, Longiano, Meldola, Modigliana, Portico e San Benedetto, Predappio, Premilcuore, Santa Sofia, Rocca San Casciano, Monteleone-Roncofreddo, Tredozio. Sulle colline riminesi ecco poi i borghi di Montefiore Conca, Montegridolfo, Pennabilli, San Giovanni in Marignano, San Leo, Verucchio.

Castelli, pievi, piazze, musei e monumenti raccontano la storia della nostra regione, dalla preistoria, all’epoca romana, a quella dei Comuni e delle Signorie o del Rinascimento. Ma anche la storia delle nostre marinerie storiche raccontate dai borghi marinari di Comacchio, Cervia, Cesenatico, Bellaria, Borgo San Giuliano di Rimini e Cattolica.
Una storia speciale è quella che i borghi dei Malatesta e dei Montefeltro svelano sulle colline della Val Marecchia e della Val Conca nel Riminese: San Leo, Pennabilli, Verucchio, Casteldelci, Maiolo, Novafeltria, Sant'Agata Feltria, Talamello, Sant'Arcangelo di Romagna, Poggio Torriana, San Giovanni in Marignano, Montegridolfo e Montefiore Conca, Coriano, Gemmano, Montescudo-Montecolombo, San Clemente, Morciano di Romagna, Mondaino e Saludecio, con le loro imponenti rocche e castelli raccontano ai visitatori i secoli di battaglie combattute tra le due Signorie.

I borghi dell’Emilia Romagna, assieme a quelli delle altre regioni italiane, sono presenti nella mostra Ai confini della meraviglia in corso a Roma, dal 6 maggio al 9 giugno 2017, e ospitata nell'ambientazione eccezionale del Museo delle Terme di Diocleziano. Ai confini della meraviglia è un affascinante percorso espositivo ed esperienziale per immergersi nell’Italia più autentica. Un viaggio sorprendente, un evento che è un modo unico, coinvolgente e di estrema suggestione per presentare, ai turisti italiani e internazionali, l’enorme patrimonio di queste splendide località disseminate su tutto il territorio nazionale, che rappresentano non soltanto il meglio del paesaggio italiano, ma anche la storia del nostro Paese, la ricchezza di monumenti ed arte che ci pone ai vertici assoluti nel mondo, le tradizioni, le culture e produzioni uniche, lo stile di vita slow e tipico dell’identità italiana.
Le varie sezioni della mostra offrono modalità di fruizione innovative e interattive, che consentono ai visitatori di calarsi in un vero e proprio viaggio virtuale, tra i borghi, le eccellenze ancora poco conosciute, le località e i paesaggi legati agli illustri esponenti della letteratura e cultura italiana.
Un grande touchwall con una mappa interattiva, un allestimento di forte impatto attraverso la tecnica visuale dell’anamorfosi, proiezioni, immagini, ritratti e citazioni che si fondono con le sale e gli ambienti dell’edificio di origine romana, poi rielaborato dalla mano di Michelangelo.

Grazie a questo progetto i circa 1000 borghi protagonisti si rivelano ai visitatori attenti e amanti della vera bellezza italiana.
Tutte le regioni sono protagoniste assolute di questa mostra, occupando alternativamente nel corso dell’evento, per un'intera giornata ciascuna, un grande spazio, la Piazza del Borgo, facendo scoprire ai visitatori le proprie tipicità locali, prodotti enogastronomici, prodotti di artigianato e culturali, tradizioni, arti e mestieri.

La Regione Emilia-Romagna sarà a Roma il 9 giugno, per concludere la grande manifestazione con una sua delegazione proponendo quanto di meglio il "viaggiatore" potrà poi ritrovare sul territorio regionale in occasione del Passaborgo, un'innovativa proposta di tour tra i borghi italiani che si svolgerà 15 giugno e il 30 settembre 2017.

Tutti i segreti dei Borghi dell’Emilia Romagna e di quelli delle regioni aderenti all’iniziativa possono essere scoperti in www.viaggio-italiano.it

Azioni sul documento

Elenco delle riviste

    Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373

    Via Galliera 21, 40121 Bologna - tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it

    Informativa utilizzo dei cookie

    Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271
    Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it