Rivista "IBC" XVI, 2008, 4

Dossier: ER_METE - Emilia-Romagna_MEmoria TEatrale

'Santarcangelo dei Teatri': le fotografie

Anna Maria Lucchi
[catalogatrice]

La prima edizione del "Festival internazionale del Teatro in piazza", come venne denominato, vede la luce nel 1971, ma le prime foto che documentano il festival risalgono solo al 1975. Sulla scia del '68, l'idea è quella di proporre uno spettacolo popolare, anticonsumistico, al di fuori degli spazi convenzionali del teatro tradizionale. Questa forte connotazione politica e sociale è chiaramente espressa nelle immagini degli spettacoli allestiti nei luoghi storici di Santarcangelo, in cui il rapporto fra attore e spettatore resta un rapporto "frontale": quello che interessa è riprendere l'evento per restituirne, attraverso la fotografia, il valore documentario e sociale.

Giungono al festival di quegli anni Dario Fo (con Mistero Buffo, del 1976), Giovanna Marini, Marco Messeri, diversi gruppi folcloristici. Con Roberto Bacci, direttore artistico dal 1978 al 1980 e dal 1984 al 1988, emerge l'esigenza di creare un centro di documentazione del Festival, da cui nasce questo archivio fotografico, attualmente in fieri. Al momento ne fanno parte: oltre 6000 fotografie, tutte gelatine a sviluppo, per lo più in bianco e nero; più di 2000 diapositive e negativi su pellicola alla gelatina; e, a documentare i festival degli ultimi anni, diverse decine di CD.

La sfida di Bacci fu portare la città dentro il teatro: gli attori scendono in strada in mezzo alla gente, sperimentando nuovi linguaggi che entrano a far parte dell'anima del festival. Maurizio Buscarino ci restituisce splendidamente, attraverso i suoi scatti, questo diverso modo di concepire il teatro e anche di vivere gli spazi urbani: un obiettivo partecipe cattura volti, gesti, situazioni... si percepisce chiaramente una forte energia, che coinvolge tutti i partecipanti, siano essi attori o spettatori. Nel 1980 Buscarino è al Festival con la mostra "Attore", un corpus di 500 foto e diapositive sul mestiere dell'attore nel teatro contemporaneo, a cura del Piccolo Teatro di Pontedera. Altre mostre fotografiche accompagnano le edizioni seguenti del Festival. Nel 1981, sotto la direzione artistica di Antonio Attisani, viene presentato uno spaccato sul teatro dal 1900 al 1950, attraverso le foto di scena e private di numerosi personaggi: il titolo è "Vite di teatro", le riproduzioni delle foto originali sono di Maurizio Buscarino, Salvatore Granata, Peppe Avallone. E ancora citiamo le foto di Uliano Lucas per il "Festival d'Autunno per Sarajevo" del 1993.

I maggiori fotografi presenti sulla scena del Festival di Santarcangelo sono: Pollini e Buscarino tra il 1977 e il 1978, Loretta Dell'Ospedale, Tony D'Urso e Armin Linke negli anni Ottanta, Daniele Ronchi negli anni più recenti. Oltre alle foto che documentano il festival, fanno parte dell'Archivio anche quelle inviate dalle compagnie a scopo promozionale: riguardano in gran parte spettacoli, ma sono presenti anche foto di singoli artisti. Qui si possono leggere le firme dei più diversi autori, sia italiani che stranieri.

Le operazioni di ricognizione, riordino e analisi dei documenti fotografici dell'archivio hanno richiesto un lavoro piuttosto complesso, che ora ci permette di ipotizzare diverse chiavi di lettura di un festival in continua evoluzione, delle compagnie che vi hanno preso parte, del cambiamento dei costumi nel tempo, della stessa città di Santarcangelo anche da un punto di vista architettonico e urbanistico. La descrizione informatizzata delle immagini, quando possibile suddivise in serie per spettacolo, è stata eseguita secondo le norme prescritte dal volume La fotografia. Manuale di catalogazione,1 utilizzando il software Sebina e la griglia descrittiva dell'ISBD - International Standard Bibliographic Description riguardante i materiali non librari. Tutte le notizie sono consultabili nel catalogo on-line del Polo della rete bibliotecaria di Romagna (opac.provincia.ra.it/SebinaOpac/Opac) o tramite il portale "Arti sceniche: risorse digitali e servizi in rete" (polorer.sebina.it/SebinaOsRER/).


Nota

(1) La fotografia. Manuale di catalogazione, a cura di G. Benassati, Bologna, Istituto per i beni culturali della Regione Emilia-Romagna - Grafis, 1990.

Azioni sul documento

Elenco delle riviste

    Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373

    Via Galliera 21, 40121 Bologna - tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it

    Informativa utilizzo dei cookie

    Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271
    Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it