Rivista "IBC" VIII, 2000, 4

itinerari

Viva Verdi

Maria Pia Guermandi
[IBC]

Dal mese di dicembre sul sito IBC e nella sezione turismo di ERMES, il sito della nostra regione (http://www.regione.emilia-romagna/turismo), è possibile visitare un itinerario virtuale alla scoperta di luoghi noti e meno noti legati a Giuseppe Verdi. L'iniziativa, realizzata dall'IBC e dalla Direzione generale Cultura e turismo della Regione, si colloca fra le numerose manifestazioni con le quali in Emilia-Romagna e nel mondo si celebra il compositore italiano di cui, come è noto, nel 2001 ricorre il centenario della morte. Anche sul Web i siti collegati alla figura di Verdi sono molteplici: quello da noi proposto intende fornire alcune indicazioni di taglio culturale, rivolte in particolare al viaggiatore melomane.

L'itinerario propone infatti, accanto ad alcuni luoghi verdiani per eccellenza - Busseto, Sant'Agata - legati alla vicenda umana del compositore, la visita a teatri e musei del Risorgimento. Il filo che lega le tappe del nostro percorso è un viaggio attraverso due dei momenti fondamentali della cultura e della storia ottocentesca, fra loro intimamente legati: il melodramma e il Risorgimento. Noto a tutti è che la passione politica di Verdi ha nutrito la sua ispirazione musicale e che le corde patriottiche presenti soprattutto nel Nabucco e nei Lombardi hanno scatenato furibonde censure e applausi entusiastici. È con l'opera verdiana soprattutto che si costituisce un profondo rapporto fra il melodramma musicale e il pubblico popolare: rapporto che fa rientrare quindi i teatri a pieno titolo fra i luoghi della storia risorgimentale.

Accanto a questo filone - che intende, fra l'altro, richiamare l'attenzione dei visitatori su alcuni dei musei più interessanti della nostra regione, anche se non fra i più frequentati - sono segnalati altri luoghi di sicuro interesse per gli studiosi di Verdi e, in genere, per gli amanti del melodramma e della musica: ad esempio l'Istituto di studi verdiani di Parma, dotato di una ricchissima biblioteca e discoteca, e gli studi Toscanini Boito nel Conservatorio di Parma.

Azioni sul documento

Elenco delle riviste

    Istituto per i beni artistici culturali e naturali della Regione Emilia-Romagna - Cod. fiscale 800 812 90 373

    Via Galliera 21, 40121 Bologna - tel. +39 051 527 66 00 - fax +39 051 232 599 - direzioneibc@postacert.regione.emilia-romagna.it

    Informativa utilizzo dei cookie

    Regione Emilia-Romagna (CF 800.625.903.79) - Viale Aldo Moro 52, 40127 Bologna - Centralino: 051.5271
    Ufficio Relazioni con il Pubblico: Numero Verde URP: 800 66.22.00, urp@regione.emilia-romagna.it, urp@postacert.regione.emilia-romagna.it